Il titolo Finmeccanica, noto anche con il nome di Leonardo è sicuramente uno dei titoli più accreditati de momento.

Nell’imponente e vastissimo mondo del trading online ogni scelta che deve esser fatta va ponderata con le migliori attenzioni del caso. Investire soldi in borsa non è sinonimo di guadagni sicuri, anzi, spesso e malvolentieri è l’esatto contrario: se non si hanno le giuste conoscenze, se non si hanno al proprio fianco tutor di un certo spessore o comunque gente già levigata del mestiere, improvvisarsi investitori potrebbe essere un’arma a doppio taglio.

Tra le tante possibilità che ci vengono presentate quotidianamente su possibili azioni da acquistare e quindi sulle quale investire un posto di tutto rilievo va dato a Finmeccanica. O quanto meno un tempo si chiamava così.

Ad oggi la denominazione è cambiata in Leonardo (a partire dal primo gennaio 2017) ma di base l’azienda è sempre la stessa: fin dalla nascita, infatti, è attiva nella sicurezza, nella difesa, nel settore degli elicotteri, del trasporto e dell’aerospazio italiano.
Ad oggi i settori dove effettivamente opera sono sette e quindi è possibile scindere altrettante divisioni operative:

  • Elicotteri;
  • Velivoli;
  • Aero strutture;
  • Sistemi avionici e spaziali;
  • Elettronica per la difesa terrestre e navale;
  • Sistemi di difesa;
  • Sistemi di sicurezza e di informazioni.

Con questi requisiti, dunque, ipotizzare un investimento sul mercato azionario non è un rischio assoluto a maggior ragione se si considera l’evoluzione storica (in positivo) che la stessa azienda ha conosciuto dal 2012 ad oggi.

Scopriamo la storia di questa societàtitolo finmeccanica

L’azienda vede affondare le proprie radici nel lontano 1948 e la sua denominazione all’epoca era Società Finanziaria Meccanica – Finmeccanica S.p.A nata per dare inizio a un processo di rinascita e quindi crescita industriale nel periodo immediatamente successivo a quello della seconda guerra mondiale.

Dal 1993, complice un’indicizzazione privata, la società iniziò la propria scalata in borsa: visto il continuo ampliarsi di Finmeccanica gli anni a cavallo tra il 1999 e il 2000 furono quelli della svolta. Arrivarono infatti in questo biennio numerosissimi accordi che portarono l’azienda all’apice del successo.

Il maggior azionista di Leonardo è sicuramente il Ministero dell’Economia e della Finanza italiano che ne detiene il 30%. Ad oggi conta ben 47.000 dipendenti di cui una piccola parte che opera fuori dal territorio italiano: sono difatti ben quindici i paesi esteri dove Finmeccanica opera con grandissimi successi (tra questi spiccano USA, Gran Bretagna e Polonia).

L’ultimo piano industriale (2015-2019) prevede una cospicua riduzione dei costi di produzione e un rilancio in termini di qualità, quantità e innovazione sul territorio Mondiale.

L’andamento dei titoli della compagnia nell’ultimo decennio

Come detto in precedenza a partire dal 2012 la società ha conosciuto una seconda giovinezza tanto da rilanciare in modo deciso e veemente il titolo di Finmeccanica nel mondo trading.

A dimostrazione di quanto appena detto ci sono i numeri che si sono susseguiti in particolar modo tra il 2014 e il 2015: la quotazione in borsa si è praticamente raddoppiata passando dai 5,73€ per azione ai 12,11€ nel 2015 senza contare la capitalizzazione che è passata dai tre miliardi del 2014 agli oltre sette del 2015.

Nel 2016, invece, il titolo ha avuto una lieve flessione ma in compenso l’indebitamento della società è passato dai 3,28 milioni di euro a 2,85 milioni di euro a chiusura di bilancio.

Importante invece novità è quella della distribuzione di nuovi dividendi con una quota di 0,14 euro per azione: così facendo Finmeccanica ha visto risalire il proprio valore di borsa addirittura del 3% contro logica di mercato che ha visto avanzare l’indice Ftse Mib solo dello 0,7 %.

Detto questo rimandiamo a voi ogni decisione da prendere su come e dove investire: probabilmente quello di Finmeccanica, ad oggi, è uno dei canali potenzialmente più ‘sicuri’ almeno nel lungo termine pertanto la scelta finale spetta solo a voi. Fermo restando, ovviamente, di chiedere ausilio a chi del settore senza fare improvvisazioni più o meno deleterie.

Analisi delle azioni Leonardo S.p.A.

Gli investimenti sulle azioni Leonardo prevedono un’analisi sull’andamento dei vari settori in cui opera l’azienda, nonché considerare le singole componenti del Gruppo. È sempre difficile fare delle stime su un Gruppo societario, rispetto alla singola azienda, tuttavia il vantaggio di Leonardo è quello di operare in un ambito settoriale molto ben identificato, ovvero la difesa, la sicurezza e il settore aerospaziale; si tratta di ambiti per cui non sono previsti crolli o crisi soprattutto se si prendono in considerazione gli accordi internazionali vigenti in materia di difesa (per esempio la NATO) per cui è richiesto sempre uno sforzo economico per l’aggiornamento e il rafforzamento delle forze armate, così come l’ambito della ricerca aerospaziale e le applicazioni nella società civile e nelle istituzioni.

Un investimento a lungo termine sul titolo Finmeccanica è da considerare sufficientemente sicuro, mentre gli investimenti a breve termine o l’esercizio del trading potrebbe essere meno produttivo perché le quotazioni del titolo subiscono le influenze degli eventi estemporanei e di una discreta volatilità che portano i titoli azionari al rialzo o al ribasso.

Perché investire sui loro titoli?

Una delle ragioni per cui investire in azioni del Gruppo Finmeccanica risiede principalmente nel valore, nell’affidabilità e nell’esperienza delle singole aziende che lo compongono. Si tratta di aziende che hanno maturato nel tempo una buona solidità e che hanno unito il proprio know-how, le competenze e le potenzialità per rispondere meglio alle richieste del mercato.

Gli investimenti a lungo termine sul gruppo Leonardo si concretizzano sostanzialmente negli strumenti finanziari tradizionali come gli investimenti azionari presso una banca o una società d gestione del risparmio. Per ottenere dei buoni risultati di guadagni sugli interessi è consigliabile investire nel titolo per un periodo superiore a 1 anno (il periodo ideale è di almeno 3 anni) per godere dei dividendi, ma il capitale richiesto per l’investimento è solitamente cospicuo.

Un’alternativa agli investimenti a lungo termine è rappresentata dal trading online su azioni Leonardo, un’attività che si può svolgere tramite le piattaforme di negoziazione, con quote capitali anche piccole e utilizzando gli strumenti finanziari CFD (contracts for Difference) che replicano l’andamento dei titoli azionari sottostanti di riferimento e puntando sul rialzo o il ribasso dei titoli azionari come quotati sul FTSE MIB. Per fare trading online su azioni Leonardo occorre accedere ad una piattaforma di broker online che contempli nel suo portafoglio i titoli azionari Leonardo.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group