Quanto vale la sterlina (pound in inglese)? Parliamo della moneta del Regno Unito, ma non avendo mai aderito all’unione monetaria europea ed in piena fase Brexit – ovvero di uscita dall’Unione economica europea - ha un valore proprio raffrontato alle principali monete mondiali, ivi incluse l’euro.

La coppia di cambio più scambiata è effettivamente euro/sterlina, seguita da dollaro/sterlina. Alla domanda: quanto vale la sterlina? La risposta è che dipende dalla moneta con la quale si scambia; nel caso dell’euro, per esempio, una sterlina vale in media 1,10 euro, di conseguenza 1 € vale circa 0,90 centesimi di sterlina. I valori cambiano sempre a seconda dell’andamento dei mercati finanziari.

Ma quanto vale la sterlina? A cosa serve conoscere il valore del cambio

Sapere quanto vale la sterlina è utile sia a chi viaggia per turismo, che per lavoro, quanto alle imprese che intendono investire o avviare attività nel Regno Unito, ma anche a quanti investono in titoli azionari britannici, così come ai forex trader, gli investitori online sui mercati valutari; ciò serve anche a valutare l’opportunità o meno di uno spostamento se la quotazione della moneta è favorevole o meno. Il valore di una moneta ha importanza per molti aspetti pratici sia di chi si reca sul posto che per chi specula a distanza in borsa. Anche se prima della Brexit, i pagamenti in euro erano comunque ben accettati, ora si rende necessario capire gli sviluppi, molto probabilmente l’euro continuerà ad essere accettato alla pari della sterlina, ma è evidente che la ricerca di un Ufficio del Cambio presso gli aeroporti, le banche e gli Exchange point nelle città britanniche tornerà ad essere una priorità di chi si sposta nel Regno Unito.

Durante il 2018, l’euro è cresciuto molto di valore rispetto alla sterlina, attestandosi spesso poco sopra la parità e questo da un lato è una buona notizia per gli investitori che trovano nella sterlina una moneta più economica da acquistare, anche se a livello locale pone la moneta britannica in una posizione di debolezza. I valori delle monete, però, sono soggetti a grandi variazioni e oscillazioni, per cui è necessario consultare i cambi ufficiali ogni qualvolta può essere utile. Il mercato valutario è tra i più volatili al mondo, soprattutto quando il cambio tra valute non è legato a un cambio fisso.

Dove consultare il cambio valutario in tempo reale e dove si cambia la sterlina

quanto vale la sterlina

Per conoscere quanto vale la sterlina in tempo reale vi sono diverse possibilità. I meno tecnologici possono consultare la pagina finanziaria del televideo, mentre chi naviga online ha molteplici soluzioni: dai siti ufficiali della Banca Centrale o della Borsa, ma anche i siti di riviste e quotidiani specializzati in finanza e mercati (come il Sole24ore), le stesse piattaforme di trading forex che offrono la consultazione dei grafici come strumento per lo studio di segnali di trading, nonché i numerosi servizi online di “conversione delle valute”, utili soprattutto per chi acquista online tramite e-commerce anche all’estero e desidera conoscere in tempo reale quanto costa il bene o il servizio che si sta acquistando. I servizi online di consultazione del cambio valutario hanno la lista delle monete ufficiali da selezionare e tra le quali effettuare il confronto.

Relativamente ai luoghi in cui cambiare una valuta, nell’imminenza di uno spostamento, ci si può rivolgere a:

  • Uffici bancari,
  • Banche,
  • Uffici di cambio italiani dislocati in vari punti delle città (solitamente stazioni ferroviarie e aeroporti, luoghi di scambio ad alta frequentazione),
  • Uffici di cambio nel paese straniero (nel caso della sterlina, in Gran Bretagna);
  • Nei negozi di souvenir del paese straniero,
  • Banche estere.

Una valuta può essere cambiata anche presso gli sportelli ATM bancari o con carta di credito o PostePay. L’operazione di cambio della moneta è soggetta a commissioni che sono più o meno care a seconda dei luoghi in cui si effettua il cambio (solitamente le banche applicano commissioni più alte).

Previsioni sull’andamento delle quotazioni della sterlina

Ora sappiamo quanto vale la sterlina ma quali sono le previsioni sull'andamento delle quotazioni? L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, nel medio e lungo periodo, continuerà ad avere ripercussioni sulla quotazione della sterlina, almeno fino alla chiusura completa del processo di distacco nel 2020 con strascichi per il periodo successivo relativamente all’assestamento dei mercati.

Storicamente, la sterlina è una moneta forte, ma subito dopo la crisi della Brexit, la valuta ha subito un tonfo e nonostante tutto permane una delle principali valute europee e presumibilmente, superata la fase Brexit, tornerà ad occupare una posizione di forza rispetto alle altre valute mondiali.

I fattori che incidono sulla quotazione sono la stabilità o instabilità politica, le condizioni macroeconomiche, fattori tecnici e il tasso di interesse. Un aumento dei tassi di interesse da parte del Regno Unito comporterà l’apprezzamento della sterlina, ma se si opterà per l’abbassamento dei tassi, si verificherà un abbassamento anche del valore della moneta.

Per gli investitori e gli speculatori, il momento di instabilità che sta interessando il Regno Unito rappresenta un’occasione ghiotta di trading soprattutto sul cambio Euro/sterlina, dove la maggiore volatilità degli scambi genera da un lato molti rischi e imprevedibilità dall’altro anche inaspettati guadagni.

Storicamente, la coppia di valute euro/sterlina è tra le preferite dai trader ed è l’ottava più popolare nel Forex; nota in gergo come “coppia di tendenza” il suo andamento è caratterizzato da lunghi periodi di tendenza al ribasso alternati a lunghi periodi di tendenza al rialzo con fluttuazioni nei periodi intermedi (nello storico delle oscillazioni, le quotazioni €/£ si spostano nel raggio compreso tra 0,56 e 0,98). L’analisi dei dati economici pubblicati dalle rispettive Banche centrali – BCE per l’euro e Bank of England (BoE) per la sterlina – serve a negoziare con successo con la coppia euro/sterlina.

Il glossario della sterlina

Il termine inglese completo per indicare la sterlina è pound sterling – Libbra o Lira sterlina – e il simbolo è “£” che deriva dal latino Libra o Lira, appunto. Convenzionalmente gli inglesi chiamano la propria moneta semplicemente “pound”, mentre nella traduzione italiana la si chiama “sterlina” senza il termine di completezza “lira” per non confonderla con le altre “lire”, nonché la stessa ex Lira Italiana.

Ogni pound o sterlina è composta da 100 centesimi, in inglese “pence” o “penny”, ma comunemente per gli inglesi è semplicemente “pee”. Quando ci si reca nel Regno Unito è importante sapere come la gente del posto chiama la propria moneta nel gergo comune, per cui:

  • Il pound è anche chiamato “quid”;
  • La moneta da 5 sterline è detta comunemente “fiver”;
  • La banconota da 10 sterline è il “tenner”.

Speriamo che il nostro articolo su quanto vale la sterlina vi sia stato utile.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Trading e criptovalute: quali sono le più promettenti?

Il trading criptovalute è veramente molto amato dai giovani e non solo, sono sempre di più le persone che scelgono di investire soprattutto nel trading Bitcoin. Le criptovalute piu promettenti al momento sono molte, dalle più famose come il Bitcoin fino a Stellar criptovaluta di nicchia, nel corso del testo scopriremo insieme quali sono le più profittevoli.