Investire online rappresenta, nonostante la capitalizzazione nel settore avvenuta negli ultimi decenni, un rischio davanti al quale molti italiani ancora impallidiscono. Certi del proprio lavoro, delle proprie spese e dei propri guadagni e profitti, la maggior parte di noi ha un'innaturale paura a confrontarsi con il mondo del trading. Come ovviare a tutto ciò? Noi oggi vi consigliamo una serie di opzioni che riguardano, in definitiva, una parola d'ordine molto chiara: simulazione.

Con l'avvento di internet nacque il cosiddetto trading bancario: scopriamo insieme alcuni dettagli e vediamo a chi rivolgerci per ottenere investimenti e indicazioni sulle possibilità di guadagno e, nel caso, poter effettuare un disinvestimento. Possiamo affermare che ebbe tutto inizio a partire dagli anni '90, anni in cui le reti internet hanno cominciato a spargersi in tutto il mondo, cominciando così a rendere la vita di ognuno di noi più semplice, pur generando tra i privati una sorta di concorrenza fiscale. In diversi settori internet è diventato ben presto il protagonista, le Banche Americane ne hanno fin da subito sfruttato le potenzialità, offrendo ai propri clienti dei servizi telematici come programmi e applicativi per pc e, successivamente, software per smartphone, partendo dapprima dalla possibilità di conoscere la situazione del proprio conto con un semplice telefonata senza alcun pagamento e senza dover effettuare alcun tipo di operazioni, riducendo, in questo modo la speculazione.

Ecco che nascono, con la capitalizzazione, i primi broker online una figura ritenuta preziosa per molti in quanto, rispetto alle classiche banche, permettevano di effettuare delle transizioni a costi decisamente molto più bassi fino ad arrivare allo scambio di titoli e strumenti mobiliari; insomma, con l'avvento di internet nacque il cosiddetto trading bancario.

Il trading in Italia: investimenti e disinvestimenti

A partire dal 1999, finalmente anche in Italia, un po' indietro in tema di concorrenza fiscale rispetto all'America, si arrivò la possibilità di vendere e trarre profitto da prodotti finanziari per via telematica grazie ad un "Nuovo Regolamento Consob di attuazione del Testo Unico dei mercati finanziari"; questo regolamento consentì di poter sfruttare le potenzialità di internet al fine di poter eseguire alcune operazioni atte a sollecitare il pubblico risparmio e permettere così la circolazione libera e senza speculazione di denaro attraverso i mercati telematici. Il trading bancario, più comunemente chiamato trading online, viene definito quindi come un'attività di negoziazione, anche per conto proprio, di titoli o altri elementi, attraverso le potenzialità di internet e tramite applicativi informatici e software per smartphone.

La negoziazione avviene per via telematica, attraverso un Broker online ossia una banca telematica che "presta" la sua piattaforma online per effettuare la compravendita degli strumenti finanziari al fine di incrementare il proprio ammontare. Oggi, conosciuto anche come TOL, il trading online, rappresenta una delle operazioni più utilizzate per la compravendita degli strumenti finanziari attraverso internet.

Come funziona il Paper Trading

E' possibile quindi acquistare o vendere strumenti finanziari come ad esempio l'acquisizione delle azioni, i titoli di stato, le valute, le obbligazioni, i futures e tanto altro con il vantaggio di usufruire di costi decisamente più bassi a livello di commissione richiesta all'investitore; quest'ultimo potrà informarsi quando vuole riguardo l'andamento di un titolo acquistato o della borsa più in generale al fine di poter avere davanti più scelte d'investimento.

I possibili rischi legati al trading bancario e all'acquisizione delle azioni

Come il profitto potrebbe essere assicurato, è bene sapere che con il trading bancario il rischio potrebbe trovarsi proprio dietro l'angolo; trattandosi comunque di speculazione, vi consigliamo di affidarvi ad una società specializzata regolamentata Consob, al fine di non incappare in truffe o problemi di pagamento vario.

L'attività del trading online potrebbe far sviluppare nell'investitore un inconsapevole attaccamento vista l'assenza di limiti riguardo al numero di operazioni a disposizione ogni giorno; così, porta a dedicare sempre più tempo aumentando il numero delle negoziazioni portando all'illusione di un attività lavorativa vera ma che al contrario potrebbe portare forti perdite di denaro.

Il ruolo delle banche nel trading

Le banche, come la tradizione vuole, hanno la principale funzione di deposito di risparmi e di investimenti, oggi dunque si trovano difronte ad una realtà nuova a cui hanno dovuto per forza di cose adeguarsi rivedendo in qualche modo le offerte riservate ai propri clienti. E' ovvio che la scelta della banca a cui affidarsi per coloro che iniziano ad entrare nel mondo del trading è molto importante e la scelta talvolta bisogna farla a seconda di alcune caratteristiche, come ad esempio le offerte, le modalità di tenuta del conto corrente, le commissioni, le condizioni di disinvestimento ecc.

Paper Trading

Tra le migliori banche per il trading online troviamo sicuramente:

  • Fineco, la quale offre commissioni per operazione pari al 19% relativo al controvalore dell'ordine sia per vendere che per acquistare strumenti finanziari online, fino ad un massimo di 19 euro per ordine. La piattaforma offre i mercati in push, marginazione, CFD su indici, ordini automatici, Chart Trading, trading 60 secondi e tanto altro a partire da 19,95 euro mensili.
  • Webank presenta delle commissioni degressive che scendono con il crescere degli ordini fino ai 3 euro. La piattaforma web è completamente gratuita a differenza della T3 che ha un costo di 30 euro al mese, gratuita con 50 euro di commissioni del mese.
  • Ing Direct ha delle commissioni per operazioni del 0,19 % con da un minimo di 8 euro ad un massimo di 18 euro. Il canone annuo è pari a zero, così come il costo della piattaforma online.

Simulazioni con software di Paper Trading

Il paper trading è infatti uno strumento molto utile per chi desidera comprendere a fondo i mercati finanziari e valutari. In definitiva si tratta di un'attività simulata, con la quale appunto potete mettere alla prova le vostre conoscenze sui mercati e sul money management. I vantaggi saltano immediatamente agli occhi: senza rischiare di perdere il vostro capitale, avrete la possibilità di mettere da parte una discreta esperienza. E, ve lo assicuriamo, in questo campo l'esperienza conta eccome. 

Paper Trading

E' ovvio che una simulazione ci viene incontro nel momento in cui ci dà la possibilità di evitare degli errori che spesso derivano dall'estrema volatilità delle valute (tutti i neofiti dimostrano una certa difficoltà nel riconoscere determinate figure d'inversione nell'ambito dei grafici preposti).

Paper anche in maniera gratuita

Partiamo dal presupposto che esistono diversi servizi online, applicativi e programmi per pc e software per smartphone che danno la possibilità di registrarvi per raccogliere lo storico, in tempo reale, dei prezzi delle varie valute. Una volta che si hanno questi dati occorrerà tenere traccia dei vostri investimenti virtuali tramite un semplice foglie excel.

Conto demo con un broker: crea il tuo account free per il Paper Trading

Aprire un conto demo con un broker significa consegnare i vostri dati personali è vero; tuttavia significa anche sfruttare le potenzialità che la piattaforma di trading mette a disposizione, come se fosse su un conto reale.

Quanto tempo si consiglia di utilizzare il conto virtuale prima di passare ad un conto reale? Almeno 6/8 mesi. Ci vogliono infatti diverse giornate passate ad annotare dati e a verificare virtualmente come sarebbero andati i vostri investimenti nel caso aveste puntato su un valore piuttosto che su un altro. Scegliere il broker con cui operare non è banale. Occorre mettere molta attenzione in questa fase proprio perché sarà una scelta che vi accompagnerà per molto tempo. Avrete l'onere di assicurarvi che sia:

  • competente
  • affidabile
  • pratico
  • veloce

Certamente le sue caratteristiche dovrebbero essere accompagnate da una serie di peculiarità tecniche che possiamo riassumere con quanto segue. Dovrebbe assicurarvi:

  • un buon piano di commissioni: ovviamente non è il solo punto da prendere in considerazione ma certamente bisogna considerarlo
  • una buona reputazione nella gestione del capitale: come ne parlano i Forum, i Blog e i Social Network? Informatevi
  • una buona piattaforma mobile (per il nostro iPhone o telefonino Android)
  • operazioni telefoniche: sono consentite?
  • poter aprire il conto anche con somme esigue: per chi non vuole avventurarsi con investimenti ingenti
  • poter operare con conti demo: il nostro focus di oggi
  • presenza di software o altri programmi e applicativi di analisi grafica: ormai lo studio dei grafici non può mancare nella formazione di un Trader di successo
  • interazione tramite chat
  • statistiche in real time

Occhio dunque a chi vi affidate. Cercate di studiare molto bene tutte le opzioni, valutando eventuali commenti sulla rete e sui Social Network. Fatevi una lista con i pro e i contro, in modo da poter valutare nel complesso e nello specifico ogni Broker che avete catalogato. Non ci rimane che auguravi buon lavoro con la simulazione delle piattaforme di trading.

Consigli per chi vuole guadagnare con il paper trading

Cerchiamo ora di fare ordine e di fornirvi qualche consigli concreto di Paper Trading. Accedendo a questi link potrete usufruire di servizi simulativi che potranno certamente avvicinarvi al mondo dell'investimento online. Cercheremo di mantenere il più possibile aggiornata la lista. Se volete esprimere la vostra opinione sui servizi e sui tool che trovate su questa pagina potete farlo tranquillamente inviandoci un commento tramite il form che trovate a fine pagina.

Software e simulatori

Vediamo insieme alcuni simulatori che permettono di fare paper trading in maniera completamente gratuita, così da poter sviluppare strategie senza spendere al momento il proprio denaro ma aprendo dei conti demo. Va da sé sapere che oltre a queste importanti piattaforme esistono anche dei software messi a disposizione da compagnie italiane, come ad esempio Fineco, ed altri sistemi per trasformare il forex in un gioco da ragazzi. 

Trade Station Platform

Paper Trading

Thinkorswim

CBOE

Paper trading e app

Grazie allo sviluppo del mobile, sono cresciute anche le applicazioni per poter esercitarsi o sviluppare strategie di questo genere, così da poter "giocare" con i mercati e con il forex in qualsiasi momento della giornata. Fra le app dedicate a questo tipo di strategie di trading online, possiamo consigliarvi di scaricare su tablet e cellulari Android:

  • Stock Trainer: Virtual Trading
  • TD Ameritrade Trader
  • FXBook Mobile
  • The Game of Stocks

Paper trading: prima di tutto bisogna iniziare a studiare. Approfondisci i mercati over the counter

Potete iniziare il periodo di Paper trading durante il quale potete simulare le vostre operazioni. Quasi tutti i broker sul Forex mettono a disposizione una somma di denaro virtuale (conto demo) che potete utilizzare per fare delle operazioni senza l’utilizzo di denaro reale, imparerete così, come funzionano gli automatismi della piattaforma di trading e potrete valutare quali strategie vincenti intendete adottare.

Inizialmente potete selezionare società che forniscono indicazioni operative sul Forex (Tradermade International e Mataf), vi serviranno per capire come analisti e trader esperti interpretano i movimenti di mercato e come costruiscono la loro operatività quotidiana in un mercato dove la capitalizzazione è all'ordine del giorno, e come combattono la concorrenza fiscale. 

Ecco cosa deve conoscere l’investitore. Poi aprire un conto sarà una passeggiata

Come già detto in altri articoli, iniziare a operare con il Forex (o con le Opzioni binarie o col Trading) è molto semplice. A livello mondiale il Forex è il mercato con il maggior numero di transazioni, la liquidità è altissima, si possono individuare molti vantaggi derivanti dall’operare con le coppie di valute (occhio sempre al tasso di cambio)

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Opzioni binarie: tecnica con scadenza 5-10 minuti

Oggi parleremo di una tecnica per le opzioni binarie veramente semplice ma molto efficace e affidabile, con una scadenza di 5-10 minuti e un timeframe di 5 minuti.