Il trading online è sicuramente un mondo affascinante. Il motivo per cui sempre più persone cercano di fare soldi in questo mondo è perché a prima vista sembrerebbe proprio che sia più facile rispetto ad altri metodi.

I motivi sono tanti, ad esempio si possono ottenere delle commissioni più basse, le piattaforme e i grafici che si possono trovare sul web sono assolutamente professionali e spesso gratuiti, è possibile prelevare e depositare contante velocemente ed ottenere dei bonus di ingresso dopo la registrazione alle piattaforme, inoltre si può operare 24 ore su 24. Sicuramente non richiede esperienza particolare anche se per capirci davvero qualcosa bisogna possedere alcune conoscenze di base, altrimenti sarò come giocare alla roulette russa. Inoltre è molto facile aprire un conto demo gratuito, per provare a fare i primi passi potendo anche commettere qualche errore senza avere delle perdite.

Questa che stiamo per esporre è sicuramente una delle tecniche più avanzate per capire i trend del mercato. Naturalmente bisogna avere una solida base per poter capire ed utilizzare queste tecniche.

William Delbert Gann, un nome che deve essere assolutamente pronunciato in merito a strategia, determinazione e ricchezza, nel grande cerchio dell’economia, grande economista proveniente dal Texas che, grazie alle sue abilità, riuscì a guadagnare a fine carriera ben 55.000.000 dollari negli anni ‘50, senza ancora poter contare su broker o intermediari finanziari come programmi o applicativi informatici e software per smartphone scaricabili come programma play store o ancora meglio di strumenti come grafici per analizzare l’andamento e la mobilità dei mercati, la fluttuazione delle azioni, l'evanescenza o la media ponderata, e captare i segnali opportuni. 

L’economia è una scacchiera complessa, in cui solo chi utilizza una buona tecnica vince e passa allo step della ricchezza. I successi in borsa esistono e vengono registrati ma, per raggiungerli bisogna adottare delle regole studiate e non lette sulla scatola di patatine.

A 24 anni William Delbert Gann iniziò la sua lenta ascesa, cominciando dall’essere uno speculatore fino a diventare un uomo  profondamente  invidiato. Già dell’inizio della sua carriera,  le sue previsioni cominciavano a manifestarsi con una continuità senza precedenti e gli consentirono di ottenere una grande fama in tutti gli Stati Uniti. Riuscì addirittura a  prevedere il crollo del 1929 della borsa di Wall Street, capì prima degli altri  il comportamento del prezzo del grano in modo completo e acquisì il titolo di  vero e proprio “guru” della finanza.

Se tu, lettore, ti stai interrogando sul successo di quest’uomo e di come sia cresciuto incredibilmente, sappi che ti basterà leggere tutte le sue testimonianze e gli attributi a Gann, dai quali si evince che la “parola segreta” della sua ricchezza, nasce principalmente dai circoli esoterici di cui, lo stesso economista, faceva parte. Lui ha realizzato una metodologia infallibile, che ha avuto le sue basi in astrologia, cabala, la numerologia e la Bibbia, tramandando inizialmente il suo gioiello a pochi prescelti. Sebbene William Delbert Gann sembri apparentemente lontano dalla scienza, in realtà si configura come un uomo capace di utilizzare un doppio filo scientifico e metodico, non trascurando però un lato più venerante. Egli infatti venne continuamente lodato dai suoi seguaci e fortemente preso in giro dagli scettici. Ma se era un pazzo fanatico, come ha fatto a guadagnare in maniera continuativa per decenni senza mai ottenere informazioni sottobanco?

William Delbert Gann fu copioso nell’esprimere le sue verità nascoste attraverso aforismi ed era solito parlare della “legge di vibrazione” che regola in maniera sincronica tutte le leggi del mondo. Chi era veramente Gann?un pazzo? Un genio? partendo dai suoi aforismi si può tentare di arrivare alla sua idea di finanza. Il successo delle sue teorie continua ancora oggi, nel 2019, anno in cui stiamo assistendo ad una vera e propria Gann-renaissance, complice il boom della new age e di tutte le nuove correnti di pensiero basate sui nuovi broker o intermediari finanziari programmi o applicativi informatici e software per smartphone scaricabili come programma play store, e che consentono l'utilizzo di strumenti come grafici per analizzare l’andamento e la mobilità dei mercati, la fluttuazione delle azioni, l'evanescenza o la media ponderata, e captare i segnali opportuniche considerano l’uomo e le sue attività strettamente legate a leggi occulte e cicli cosmici. Ma è solo teoria quello di cui ha parlato? No ha enunciato 24 punti fondamentali per tutti coloro che voglio intraprendere una vita da trader.

La tecnica vincente di William Delbert Gann: 24 punti per la ricchezza

william delbert gann

Per operare con successo nel mercato azionario indipendentemente dal supporto di broker o intermediari finanziari come programmi o applicativi informatici e software per smartphone scaricabili come programma play store, o di strumenti come grafici per analizzare l’andamento e la mobilità dei mercati, la fluttuazione delle azioni, l'evanescenza o la media ponderata, e captare i segnali opportuni, il trader deve adottare regole precise, che confluiscono nella tecnica di Gann, incisiva e molto gratificante. Seguendole fedelmente, le regole esposte qui sotto sono basate sull’esperienza del famoso economo, che ha descritto all’interno del suo libro “45 anni a Wall Street”, pubblicato nel 1949, quelli che sono stati i fattori del suo successo.

  • Capitale complessivo da utilizzare: è necessario dividere il tuo capitale in 10 parti uguali e rischiane più di 1/10 per operazione
  • Usate sempre gli ordini di stop loss.
  • Non rischiare mai in overtrading, perché si violerebbe la regola n°1 sul capitale da utilizzare.
  • Non consentite mai che un profitto diventi una vostra perdita. Portare a break even e poi in profit l’ordine di stop loss, man mano che il trade è in aumento.
  • Non andate contro il trend. Non acquistate o non vendete mai se non siete certi dell’andamento del trend, in base ai grafici e alle regole indicate.
  • Quando siete in dubbio uscite dal mercato e allo stesso modo non entrate
  • Fate trading solo durante mercati attivi. State alla larga da quelli lenti o poco attivi.
  • Distribuire equamente il rischio è essenziale. Operate su 2 o 3 diverse commodities, se è possibile. Evitate di impegnare tutto il capitale su di una sola commodity.
  • Non limitate mai i vostri ordini, cioé non fissate un prezzo di vendita o acquisto. Operare ai prezzi di mercato è più conveniente.
  • Non chiudete un’operazione o una trattativa senza aver maturato prima una buona ragione. Seguite il trend con un ordine di stop loss per proteggere i profitti.
  • Accumulate una plusvalenza e, in seguito ad aver concluso una serie di operazioni con successo mettete un po’ di denaro da parte, per le nelle emergenze o durante i periodi di panico.
  • Non acquistate o vendete mai per ottenere un profitto attraverso lo scalping.
  • Non mediate mai al ribasso. Questo è uno dei peggiori errori che un trader possa fare.
  • Non uscite mai dal mercato solo perché avete perso la pazienza, né entrateci solo perché siete angosciati dall’attesa.
  • Evitate di ottenere piccoli profitti e subire grosse perdite, è solo uno spreco di tempo.
  • Non cancellate mai un ordine di stop loss dopo averlo fissato nel momento in cui avete iniziato un’operazione o trattativa.
  • Evitate di entrare e uscire troppo spesso dal mercato.
  • Siate disposti a vendere allo scoperto così come siete disposti ad acquistare. Il vostro obiettivo deve essere di seguire il trend e di guadagnare del denaro.
  • Non comprate solo perché il prezzo è bassi né vendete solo perché è alto.
  • Fate attenzione a non creare una gerarchia al momento sbagliato, aspettate fino a quando il titolo è diventato molto attivo ed ha superato la resistenza prima di comprarne di più, poi aspettate fino a quando non è sceso sotto la zona di distribuzione prima di vendere di più.
  • Per incrementare la posizione, fatelo con titoli che abbiano un forte trend rialzista se se in acquisto, o un forte trend a ribasso se siete in vendita.
  • Non fate mai operazione di copertura. Se avete comprato un titolo che ha cominciato a scendere non vendetene un altro allo scoperto solo per pareggiare, vi conviene incassate la perdita e attendete un’altra opportunità.
  • Non cambiate mai posizione senza un buon motivo. Quando fate un’operazione o una trattativa fatela per qualche buona ragione e seguendo una precisa regola; in seguito non uscite senza un preciso segnale di un cambiamento nel trend.
  • Evitate di incrementare la vostra operatività dopo un lungo periodo di successi o di operazioni profittevoli.

L’analisi tecnica: dotatevi di pazienza e... di excel

Nell'analisi tecnica spesso si parla di angoli di Gann. Vediamo che cosa si intende. Gli Angoli di Gann sono delle rette che hanno funzione di resistenza o supporto, queste linee possiedono un precisa inclinazione geometrica definita in base a prezzo e tempo. Gli Angoli vengono definiti attraverso dei numeri che fra loro sono separati da una “x”: per chiarire, un angolo 1 x 4 indica che il prezzo sale di un punto ogni quattro periodi.

1 x 1 p sicuramente l'angolo più importante: indica una linea a 45 gradi. Qualora i prezzi si trovassero sopra la linea, il mercato sarà rialzista; viceversa sarà ribassista.

L’Angolo di Gann 1 x 1 rappresenta l’equilibrio ideale tra l’andamento del prezzo e il tempo. Altri otto Angoli di Gann servono a prevedere l’andamento futuro dei prezzi, questi otto angoli sono 1 x 8; 1 x 4; 1 x 3; 1 x 2; 2 x 1; 3 x 1; 4 x 1; 8 x 1. Ognuno degli Angoli di Gann può fornire un supporto o una resistenza al movimento dei prezzi, secondo la particolare fase di trend in atto.

Nel dettaglio: come calcolare il setup di questa particolare forma economica? Come avviene la loro costruzione?

immagine contenuta nell'articolo relativo agli angoli di gann trading

Gli angoli di Gann essenzialmente rappresentano delle trendline resistenziali e supportive di predeterminata angolazione, che possono esser tracciate partendo da un massimo oppure da un minimo. Da lì partono tutti gli angoli, a derivazione della retta 1x1, che rappresenta la retta fondamentale. Alla fine si formerà il ventaglio di Gann. Le rette principali che compongono il suddetto ventaglio, sono: L'angolo 1x1, che come già detto è il più importante, ed indica un mercato rialzista finché il prezzo vi rimane sopra; poi troviamo l'angolo 2x1 che indica sempre un mercato rialzista e forte; l'angolo 4x1 indica sempre un segnale un forte trend rialzista: è questo il momento in cui è possibile guadagnare molto se si sa sfruttare l'attimo.

L'angolo 8x1 indica un momento fugace, spesso segnato dall'emotività del mercato, e non è un fenomeno destinato a durare più di qualche ora. L'angolo 1x2 fa da supporto al mercato; il 1x4 è un momento particolare in quanto si indica la fase in cui i prezzi sono destinati a salire, e poi a scendere di molto.

Gann stesso dettò alcune regole per ben interpretare i suoi schemi. Innanzitutto, affermò che una volta che le linee di tendenza si rompono, ossia si superano, il prezzo si muoverà sino a raggiungere la retta più vicina. Se per esempio si assistesse alla rottura della retta di supporto a 1x4 i corsi andrebbero a ricercare la 1x2 e se questa venisse bucata, la 1x1. Inoltre così come accade per le trendlines classiche, le rette possono cambiare ruolo, se una linea di supporto si rompe, può ben diventare una linea di resistenza.  

Chi è William Gann

Wiliam Delbert Gann nasce in una piccola località del Texas, Lufkin, il 6 giugno 1878, primogenito di 8 figli. Il padre era un commerciante di bestiame, anche se i proventi maggiori provenivano dalle piantagioni di cotone. Il tenore di vita della famiglia era modesto, tale da non poter garantire al giovane William di frequentare la scuola, nonostante dimostrasse grande attitudine allo studio. I suoi interessi erano soprattutto la matematica, la storia e – curiosamente - lo studio dei testi biblici che influenzarono notevolmente le sue future occupazioni. All’età di sedici anni, lasciò la casa paterna per lavorare e nel 1901, a 23 anni, si sposa e trova lavoro presso un ufficio di brokeraggio a Texarkana, dove già da un paio di anni aveva iniziato e imparato a studiare le dinamiche dei mercati finanziari. Nel giro di pochissimi anni, effettua una serie di speculazioni che gli fruttano enormi guadagni. Nel 1909, autorizzò un reporter della rivista finanziaria The ticker and Investment Digest di seguire le sue operazioni sulla borsa di New York per il mese di settembre: in quel mese, eglieffettuò 250 operazioni borsistiche ottenendo il 92,3% di successi, un risultato inconcepibile per un operatore professionista.

Gann fu il primo a prevedere la crisi del 1929 e l’arrivo della Prima Guerra Mondiale. Ma qual è il segreto di Gann? Tutto ciò che si conosce delle sue teorie sono limitate a quanto egli stesso pubblicò, ma i suoi testi non sono sempre delineati e chiari: sembrano piuttosto scritti in modo criptico e interpretabili solo da alcuni. Eglidichiarava pubblicamente di trarre ispirazione dalla Bibbia e in particolare da due brani: l’Ecclesiaste 1,9 in cui si afferma che ciò che è stato sarà e ciò che è stato fatto si rifarà, poiché non vi nulla di nuovo sotto il solo e il versetto del Vangelo di Giovanni 8, 32 (La verità vi farà liberi).

Anche se apparentemente Gann costruisce le sue teorie tra saggezza popolare – chi semina, raccoglie – e filosofia (affidandosi alla verità dei corsi e ricorsi storici), le sue conoscenze matematiche sono ben più decisive e incisive nell’ambito finanziario in cui operava. Tuttavia, è vero che nonostante i corsi da lui stesso tenuti, gli scritti e i libri in cui insegnava e spiegava le sue tecniche, nessun altro è riuscito a eguagliare i suoi risultati. L'uomomorì il 14 giugno 1955, all’età di 77 anni.

Il ventaglio, la legge della vibrazione e le 24 leggi

 

La maggior parte delle sue teorie si riassumono nella cosiddetta Legge della Vibrazione che permette di determinare sia sul lungo termine che sul breve periodo i punti di forza e i momenti in cui le azioni e i beni quotati in borsa cominciano a invertire la tendenza. L’individuazione della “vibrazione”, l’istante del punto di svolta permette all’operatore di effettuare le proprie “giocate”, sia al ribasso che al rialzo.

Per individuare il momento, eglisi aiutava con dei grafici e partendo dal presupposto che nell’universo tutto segue le stesse leggi e le stesse dinamiche, tracciava letteralmente un “ventaglio” che si disegnava per ciascuna commodity sempre nel medesimo modo e con il medesimo andamento. La regolarità con cui questo ventaglio si disegnava per tutti i beni e i valori quotati permette l’individuazione del momento migliore per entrare e uscire da una posizione, più “ventagli” sovrapposti fornisce l’indicazione su come e quando operare su più beni contemporaneamente (da qui, nasce anche l’abilità di Gann di effettuare molte operazioni al giorno, al mese o all’anno sempre con un’alta percentuale di successo). L’analisi delle serie storiche e la ciclicità degli eventi non fanno che confermare le sue teorie.
Gann stesso elaborò in sintesi le 24 regole del trading, l’enunciazione di consigli per gli operatori finanziari professionisti e principianti, di cui si ricordano le principali:

  • Usare sempre lo stop loss;
  • Non sovraesporsi;
  • Non cercare di guadagnare a tutti i costi;
  • Dividere il capitale in parti uguali e rischiarne al massimo una sola per operazione;
  • Nel dubbio astenersi da qualsiasi operazione.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Bull e Bear Spread: cosa fare quando il mercato è volatile

bull e bear

Continua il nostro viaggio attorno ad alcune delle più note strategie di trading avanzato. In questo caso analizzeremo la Bull Spread, una tecnica che solitamente viene utilizzata nel caso in cui si abbia il sentore che il mercato stia assumendo dei "tratti rialzisti".