Analizziamo il movimento del prezzo che contraddistingue gli strumenti finanziari. Questo per dare l'opportunità di predire in modo più affidabile l'andamento del mercato sul quale si ha intenzione di investire.

Esistono segnali di trading affidabili? Ci possiamo fidare dei siti che ce li offrono a tempo determinato e in maniera gratuita?

Così come avviene per i segnali affidabili nel Forex o per il calcolo delle strategie da adottare per analizzare i segnali per le opzioni binarie, l'investitore accorto deve dunque dare un peso significativo a questi cambiamenti di prezzo, analizzando nel contempo delle comunicazioni societarie importanti o la presentazione di bilanci che possono spostare gli equilibri psicologici di chi investe. Di conseguenza, oltre ai prezzi dovremmo analizzare anche i grafici di mercato e questi eventuali segnali di trading statistici: il tutto, lo ripetiamo, per predire lo spostamento dei trend futuri di mercato.

Vediamo la reale utilità di analizzare i prezzi nei mercati finanziari (anche con le Strategie Forex e per le azioni) per cercare di vivere di trading, aumentando nettamente il tuo profitto

Alcuni analisti di mercato criticano l'analisi tecnica e specialmente il fatto che ogni accadimento economico possa essere scontato nei prezzi. A tal proposito i grafici non sarebbero del tutto in grado di prevedere l'andamento reale dei trend perché rappresenterebbero solamente uno "screenshot" della situazione attuale del mercato. D'altra parte il mercato è pieno di analisti di successo che, comprendendo meglio la propria esperienza personale e la storia degli ultimi mesi/anni di investimenti, riescono ad ottenere dei buoni risultati in maniera costante. 

Come si inizia? Quali indici analizzare? Smetti di consultare Forum e inizia un percorso di studi serio che minimizzi il rischio d'investimento. Diffida da chi spaccia i segnali gratis. Pensa a come costruire un percorso duraturo e affidabile

immagine esplicativa degli indici e i segnali di trading

Come in tutti i campi siamo certi di poter consigliare una buona dose di studio e di analisi attraverso il paper trading; in modo da comprendere a pieno se questo tipo di approccio fa o meno per noi. Tra gli elementi grafici con i quali l'investitore si troverà ad avere a che fare:

  • prezzi
  • lasso temporale: è molto importante soprattutto per quel che riguarda la parte di pianificazione. Risulta fondamentale infatti capire entro e fino a quando si realizzeranno determinati mutamenti nei prezzi
  • volumi: indicano la quantità di scambi avvenuti per uno strumento finanziario. Analizzare nel dettaglio i volumi ci aiuta a comprendere a pieno la reale forza di acquirenti e/o venditori

Oltre a quelli citati (che comunque approfondiremo con altri articoli specifici) esistono altri indicatori che permettono ai trader di analizzare il mercato attraverso una loro semplice analisi.

Segnali di trading operativi: i canali di prezzo. Analizzali in tempo reale per ottenere dei risultati immediati

Come detto i canali di prezzo rappresentano delle tecniche intelligenti per analizzare i vari trend dei mercati finanziari.. L'illustrazione grafica viene composta attraverso due rette, ai minimi e ai massimi del lasso temporale oggetto d'analisi (la linea superiore illustrerà l'andamento dei massimi trasformandosi in resistenza; d'altra parte la linea inferiore seguirà i minimi e rappresenterà un supporto). Scoprire un trend è dunque una pratica che si pone alla base per l'individuazione dei canali di prezzo.

Per approfondire concetti come lo stop loss e il take-profit (legati al mercato dei prezzi nel trading) ti rimandiamo a questo nostro approfondimento.

Break out e rotture: per analizzare le operazioni di acquisto e vendita

Stiamo per parlare di una strategia che studia le fughe dei prezzi dai canali tecnici; il tutto per trovare e poi analizzare dei segnali di acquisto e/o vendita. Abbiamo una rottura di prezzo se:

  • i prezzi "sconfiggono" una resistenza e/o un supporto
  • i prezzi crescono molto

Se si verifica una rottura di solito il mercato viene investito di un certo volume di volatilità, invertendo spesso anche alcuni dei propri trend. Chiariamo una cosa: la volatilità può portare a falsi segnali. Per questo motivo occorre:

  • controllare che la rottura sia accompagnata anche da indicatori e oscillatori tecnici affidabili
  • programmare con largo anticipo l'uscita dal trade

I triangoli: le loro policy e le loro posizioni rispetto ai segnali di trading che indicano

Sono in pratica una formazione tecnica che si propone spesso; sono basati sulla compressione dei prezzi e causano picchi di volatilità. Ne esistono tre tipologie diverse:

  • simmetrico: le linee orizzontali convergono verso lo stesso punto. Per questo motivo gli spostamenti che riguardano i prezzi si caratterizzano per minimi e massimi che decrescono

immagine che illustra i triangoli e le loro posizioni rispetto ai segnali di trading

  • ascendente
  • discendente

Gli ultimi due tipi sono simili in quanto presentano una delle due linee orizzontali costanti sullo stesso livello di prezzo.

Diviene molto importante dunque analizzare e tenere d'occhio in maniera molto accorta l'evoluzione della "battaglia dei prezzi".

Segnali live: Trading system. Il servizio è anche a pagamento? Vediamo come riempire la nostra borsa dei risparmi per guadagnare in maniera stabile

I segnali si basano su analisi tecniche che vanno incanalate in un sistema che prende appunto il nome di trading system. Il tutto si colloca nell'ottica di scelta, da parte dell'investitore, di:

  • strumenti tecnici
  • obiettivi
  • strumenti finanziari

Possiamo sostanzialmente elencare sue metodologie differenti con le quali analizzare e comprendere i vari segnali di trading e il servizio che offrono:

  • ne abbiamo una con il quale l'investitore ha la possibilità di prendere da solo le decisioni operative (procederemo in maniera più ragionata ma saremo preda in maniera maggiore di ansia e stress psicologico)

mirror trading

  • la seconda metodologia cerca di usare il più possibile dei software che automatizzano i segnali di trading che arrivano dall'analisi tecnica (in questo caso avremo la possibilità di usufruire di tecniche già testate e di non dover far i conti con lo stresso psicologico della gestione in prima persona). D'altra parte non avremo possibilità di intervento immediato nel momento in cui il trading system dovesse dimostrarsi fallimentare.
  • segnali di trading derivati a terze parti: le newsletter (segnali che vengono inviati ad un particolare target magari dietro un pagamento di un abbonamento che ci permette di analizzare nel dettaglio alcune strategie utilizzate da trader esperti) e il mirror trading (tramite questa strategia è possibile replicare al 100% le tecniche utilizzate da altri trader sulla stessa piattaforma).

Segnali online: ecco come sfruttarli adeguatamente nel Trading

La maggior parte delle persone che segue i mercati spesso no ha le giuste competenze per esaminare in autonomia un determinato evento o un determinato andamento del mercato. Per cercare di infondere un minimo di conoscenza finanziaria a questi investitori si sono sviluppate delle risorse che studiano i vari mercati analizzando ogni tiolo presente in quotazione. Seguendo l’andamento del valore nel periodo immediatamente precedente la pubblicazione questi broker riescono ad inviare segnali di investimento ad altri broker. Seguirli o non seguirli è una scelta personale e può variare da caso a caso. Anche in base alle disponibilità economica dell’investitore che vuole seguire i segnali di trading.

Sempre più spesso si trovano online risorse e strumenti che consentono a chiunque di imparare a fare trading online, adatte anche a chi possiede piccoli capitali. Corsi e guide aiutano a comprendere come funzionano i mercati, ma anche la prassi quotidiana del trading online, per la quale è anche necessaria una certa esperienza. La parte più difficile sta però sempre nel decidere come investire, nella scelta degli asset da prediligere rispetto ad altri. Sono disponibili ausili che aiutano anche per questo tipo di compito, che sono comunemente indicati come segnali di trading.

Dove trovare i Segnali online

Sono varie le fonti di informazione che ci consigliano quali siano gli asset più interessanti del periodo o del giorno. In alcuni casi gli stessi broker propongono ai propri clienti consigli di vario genere, o anche la possibilità di ricevere una vera e propria consulenza da parte di un tutor. Basta leggere le recensioni OBRinvest per comprendere che questo broker offre sia corsi e tutorial, sia segnali di trading; nello specifico tratta CFD che usano come prodotto sottostante le criptovalute. Cercando i segnali di trading online è però possibile trovare molti altri broker che offrono questo tipo di servizio. Per altro internet propone segnali e suggerimenti non solo per il trading online, ma anche per altre tipologie di investimenti di vario genere.

I segnali di trading prendono o spesso in considerazione l’andamento dei mercati finanziari dei derivati, ovvero quei titoli che derivano il proprio valore da altri tipi di asset finanziari come azioni, valute, indici finanziari o materie prime. Gli strumenti derivati data la loro alta volatilità vengono utilizzati per movimenti speculativi nel breve e brevissimo tempo. Quando si vedono le pubblicità di acquisto azioni su piattaforme di trading online si stanno acquistando spesso dei titolo derivati che si basano sull’andamento del titolo principale, un mero strumento finanziario senza possedere sul serio quel determinato titolo finanziario.

Cosa sono

Un segnale di trading è un’informazione che riguarda i trend di mercato del momento. Possono riguardare uno specifico asset, o anche un intero mercato, indicando quale sia la direzione del trend del momento. Chiaramente non è possibile utilizzarsi come se fossero delle regole ferree, anche perché i mercati si muovono indipendentemente dai segnali di trading: nel corso delle ore i trend possono cambiare in modo repentino. Sono però degli ottimi indicatori per il trader che non ha intenzione di concentrarsi ogni giorno sulla ricerca dell’asset migliore possibile. Danno delle indicazioni di massima, che possono essere reali anche solo per alcune ore al giorno. Ovviamente poi sta al trader il compito di tradurre il singolo segnale in una vera e propria speculazione, considerando il suggerimento ma anche le proprie predilezioni.

Segnali online: chi li pubblica?

Segnali online

Come abbiamo detto, online sono vari i broker che offrono segnali di trading ai propri clienti. Per poter accedere a queste informazioni è necessario avere a disposizione un account attivo sul singolo sito. Ci sono poi varie tipologie di segnali, alcuni dei quali sono inviati ai clienti di banche, finanziarie, società di investimento. Possono quindi riguardare il mondo del trading online con strumenti derivati, ma anche altre realtà speculative, come ad esempio i mercati azionari o quelli delle materie prime. Solitamente chi pubblica segnali di trading è un esperto del settore, che evidenzia un trend che ha notato grazie a indicatori che segue quotidianamente. Solitamente quindi sono informazioni veritiere e utili per ogni trader.

Come sfruttarli?

Fermo restando che verificare i segnali di trading e valutare se siano fondati o meno è sempre una buona cosa, che deve fare il trader che periodicamente riceve un segnale che riguarda mercati diversi?  Il suggerimento è quello di non farsi eccessivamente prendere la mano, nel senso che ascoltando tutte le voci e le informazioni che si possono trovare online può anche capitare di ottenere delle informazioni poco veritiere. Per altro non tutti sono pronti ad avviare molti affari ogni giorno, è quindi solitamente buona norma seguire un singolo mercato. Per questo motivo in genere chi usa i segnali di trading per i propri investimenti tende a seguire solo quelli che riguardano il mercato su cui investe solitamente, o gli asset che predilige.

Ovviamente ogni campo macroeconomico ha i suoi segnali differenti, non è detto che un trend rialzista in determinato settore stia a significare un altrettanto valido segnale di trading di rialzo su un altro settore del mercato. Ad esempio un segnale per la materia prima petrolio non necessariamente sarà valido per un mercato basato sulle energie rinnovabili. Ogni mercato ha i suoi segnali che però spesso non durano nemmeno il tempo di capire cosa sta succedendo che diventano già robba vecchia. Magari per una vendita o un acquisto improvviso da parte di grandi investitori.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group